NLMK Acciaio Quard

Montagna 2000 Spa presenta i risultati al 31 dicembre 2018

Montagna 2000 Spa ha chiuso il bilancio al 2018 con risultati economici positivi alla luce del conseguimento, per il secondo anno, degli obiettivi del piano degli investimenti nonché del recupero delle quote di investimento non realizzate nel 2016; su questo tema l’obiettivo dell'azienda in house è di presentarsi al termine del periodo tariffario 2016-2019 con l'integrale utilizzo delle somme destinate agli investimenti finanziate dalla tariffa.

Montagna 2000 Spa presenta i risultati al 31 dicembre 2018

“Il piano di risanamento e rilancio prosegue malgrado alcune interferenze giuridiche ed amministrative che non impediscono alla società di affacciarsi su nuove aree di business” - ha dichiarato Emilio Guidetti, amministratore unico e direttore generale della società. Il risultato economico della società è positivo e presenta un utile dopo le imposte di 66.966,00 euro, nonostante il prudenziale accantonamento integrale della somma di 631.578,00 euro relativa alla sentenza numero 88/2019 del 16 gennaio 2019 emessa dal Tribunale di Parma in favore del Comune di Berceto alla quale la società si è opposta nel metodo e nel merito. Nel corso del 2018 sono state portate a termine le rendicontazioni per i costi sostenuti per l’emergenza idrica incassando le somme mancanti ed ottenendo così la totale liquidazione da parte del dipartimento di Protezione Civile della Regione dei costi sostenuti per l’emergenza idrica del 2017 per un totale di 1.209.339,42 euro. Si segnala un contenimento dei costi energetici, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al 10,47% imputabile alle condizioni meteoclimatiche che hanno ridotto il fabbisogno di pompare acqua dai pozzi unitamente ad alcuni interventi di efficientamento energetico sui depuratori e sulle principali stazioni di pompaggio.

TICSI e servizi all’utenza

Il processo di emissioni delle bollette, di gestione della customer care e del credito ha assunto un livello eccellente di servizio e risultati; le emissioni avvengono puntualmente ed è stato gestito perfettamente il copioso lavoro di adeguamento sia per l’applicazione del TICSI sia per il passaggio alla fatturazione elettronica. Le previste modifiche regolatorie con il passaggio alla tariffazione definita dal TICSI ha visto la società impegnata in iniziative di informazione all’utenza attraverso sportelli itineranti e riunioni nei Comuni principali dove, funzionari della società hanno spiegato agli utenti le modalità di calcolo della bolletta e raccolto le informazioni necessarie al passaggio alla tariffazione pro-capite.

Area servizio idrico integrato

La società ha raggiunto l’obiettivo deliberato dal Consiglio d’Ambito relativo al piano degli investimenti 2018 confermando, per il secondo anno consecutivo, il risultato pianificato. All’interno del POI 2018-19 è stata inserita la Centrale Idroelettrica intitolata a Pier Luigi Ferrari che, nel medio periodo, porterà ad una riduzione dei costi energetici e quindi del peso degli stessi sulla bolletta dell’utenza. Tra gli investimenti realizzati con i fondi della protezione civile il più importante è stato quello relativo all’interconnessione tra il pozzo di Varano de Melegari ed il serbatoio principale del Comune di Pellegrino Parmense, particolarmente colpito dalla crisi idrica del 2017. Inoltre la società ha investito in infrastrutture e in tecnologie per la qualità dell’acqua, quali i cloratori stand alone per i serbatoi non provvisti di energia elettrica. Da segnalare con particolare soddisfazione che la società, pur avendo già una delibera che consentiva un incremento delle tariffe del 5,5% è riuscita ad ottenere da ATERSIR di applicare solo il recupero dell’inflazione programmata pari all’1,2 %; un chiaro segnale al territorio ed agli utenti che le azioni messe in campo in questi anni stanno dando i loro frutti.

Energie rinnovabili

Nel corso del 2018 è stata connessa alla rete elettrica nazionale la centrale idroelettrica sul tratto acquedottistico Nola-Frasso. Il ricorso alle energie rinnovabili si manifesta anche nella dotazione di impianti fotovoltaici realizzati nel corso degli anni precedenti e nello sfruttamento delle biomasse legnose, materia prima di cui il territorio è ricco, e che vede la sua attuazione nella realizzazione delle centrali a biomasse nei Comuni di Solignano e Valmozzola sovvenzionate grazie al Programma di sviluppo rurale della Regione Emilia Romagna, un piano finanziario approvato dalla Commissione Europea.

Area raccolta rifiuti

Prosegue il servizio diretto sui tre Comuni di Valmozzola, Solignano e Terenzo con buoni risultati sia sotto il profilo della soddisfazione dell’utenza che sotto quello economico della società che, dopo la riorganizzazione del servizio, garantisce la sostenibilità economica del servizio e dei piani economici finanziari verso i cittadini; nel corso degli anni la società ha ridotto l’onere per i Comuni garantendo comunque un ottimo servizio. 

Conclusioni

Questi risultati seguono i valori di attenzione all’ambiente e al territorio che Montagna 2000 Spa sta attuando e che permettono di creare valore condiviso e risultati tangibili, quali la decisione di non incrementare la tariffa idrica come richiesto dall’autorità competente ma di adeguarla solamente al tasso di inflazione. A distanza di soli tre anni dall’inizio del piano di risanamento e rilancio, la società ritrova efficienza, garantisce una maggiore perequazione dei costi tra gli utenti e contribuisce con le operazioni effettuate alla riduzione dei consumi.


Sardinia Symposium 2019